Associazione Francesco Pugliesi Onlus
Associazione Francesco Pugliesi Onlus

Chi siamo

Fondazione

Il giorno 20 ottobre, in occasione del primo anniversario della scomparsa del giovane Francesco Pugliesi, a Favelloni è stata presentata l’Associazione Onlus, che porta il suo nome.

Una messa a suffragio è stata celebrata nella Chiesa di San Filippo d’Agira dal Parroco di Favelloni, don Mino De Pascalis,  dai sacerdoti delle Parrocchie del comprensorio di Briatico e Cessaniti, P. Giuseppe Piccolo e P. Salvatore Monti, Missionari Scalabriniani, don Pietro, Parroco di Mantineo e Triparni e Cappellano a Villa dei Gerani, don Rosario Badolato, Parroco di Cessaniti, don Giuseppe Fiorillo, Arciprete di San Leoluca.

Durante l’omelia don Mino ha richiamato più volte alla responsabilità civile e all’impegno sociale la comunità cristiana: “il vero cristiano è chi riesce a cercare e scoprire il volto di Cristo in quello del fratello; la preghiera è fondamentale per il cristiano, ma essa deve diventare impegno concreto a servizio di tutti; ricordando la lavanda dei piedi nell’Ultima Cena, ha sottolineato che l’amore cristiano è innanzitutto farsi piccoli e umili a servizio del prossimo”. Poi, rivolgendosi alla Comunità e ai rappresentanti istituzionali, ha chiesto un aiuto affinché il sogno dell’Associazione “Francesco Pugliesi”, di cui lo stesso Parroco è socio, di creare un casa di accoglienza per anziani, diversamente abili e malati terminali, di attivare servizi socio-sanitari per i tutti i cittadini, diventi realtà: “abbiamo un sogno, ma da soli non possiamo farcela, dateci una mano affinché possiamo aiutare coloro che ne hanno bisogno”.

La messa ha visto la partecipazione di quasi tutta la Comunità di Favelloni e dei paesi vicini e di tutti i soci dell’Associazione “Francesco Pugliesi”.

Dopo la messa, cui hanno assistito anche il Sindaco del Comune di Cessaniti, Carmine Mobrici, e il vice sindaco, Fernando Ascoli e il Presidente della Provincia di Vibo Valentia, Gaetano Ottavio Bruni, nel salone parrocchiale “Giuseppe Mazzitelli”, gremito di gente, è stata presentata ufficialmente l’Associazione. Ai lavori, coordinati dall’avvocato Marcello Scarmato, vice presidente dell’Associazione hanno preso parte il Presidente della Provincia Bruni, il Sindaco di Cessaniti, l’Assessore provinciale Lidio Vallone, Rocco Pristininzi, socio fondatore della Onlus, il Presidente della “Francesco Pugliesi” Onlus, Filippo Pugliesi.

Il convegno è stata l’occasione per riflettere sullo stato dei servizi sanitari in Calabria e nel vibonese, che costringono ogni anno migliaia di cittadini ad emigrare nelle città del nord per farsi curare, sullo stato dell’ambiente e i fattori di rischio che da esso derivano, sul degrado del territorio.

Il Presidente, Filippo Pugliesi, padre di Francesco, scomparso un anno fa a causa di un terribile tumore, ha raccontato, con coraggio e compostezza, il calvario di Francesco e della sua famiglia tra la Calabria e la Lombardia, ha raccontato della vita del figlio e della dignità con cui ha affrontato gli ultimi giorni della sua esistenza. La tragedia vissuta non ha tuttavia lasciato il posto alla rassegnazione, ma alla speranza e alla forza di fare un’opera che possa evitare ad altri il dramma vissuto dai Pugliesi.

Struggente è stata la testimonianza della Signora Cossu, di Vena di Ionadi, che nei mesi scorsi ha perso il proprio figlio, Salvatore, per un tumore; tra le lacrime ha trovato la forza di gridare alle istituzioni: perché dobbiamo andare al nord per curarci? Perché siamo così soli in momenti di estrema sofferenza?

Il dott. Pristininzi ha illustrato le finalità dell’Associazione:

“L’Associazione si prefigge di sensibilizzare l’opinione pubblica alla lotta contro le malattie tumorali, di migliorare la qualità della vita dei malati e dei loro familiari e sostenerli nella lotta contro la malattia, e contribuire alla ricerca scientifica.

In particolare gli obiettivi sono:

  • Individuare i fattori di rischio, le cause ambientali e debellarli. Pertanto ci prefiggiamo di svolgere un’accurata attività di monitoraggio del territorio vibonese;
  • creare le strutture per formulare una diagnosi precoce;
  • creare poliambulatori specialistici, al fine di formulare diagnosi precosi e prestare le cure adeguate, sostenendo anche economicamente le famiglie in difficoltà;
  • istituire servizi di ricovero e cure, sia a tempo pieno che part-time, anche a domicilio;
  • istituire scuole, corsi di aggiornamento e specializzazione;
  • condurre presso le scuole attività di orientamento e sensibilizzazione verso le problematiche della salute e dell’ambiente”.

Pristininzi ha continuato: “E’ vero che le cure mediche sono indispensabili, ma è pur vero che un ruolo determinante per sconfiggere la malattia è l’approccio che il malato ha con tutto ciò che lo circonda, le sue relazioni sociali.; per questo serve un centro di integrazione sociale contro i rischi dell’emarginazione e dell’autoemarginazione. Particolare attenzione sarà rivolta alla ricerca scientifica, l’Associazione si propone di sostenere la ricerca e di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della ricerca.

Il presidente Bruni ha precisato che la sua presenza ed il suo impegno a favore dell’Associazione “Francesco Pugliesi” gli dà la possibilità di mettere in pratica quel principio, troppo spesso enunciato e poco praticato, secondo il quale “la politica impone ai rappresentanti istituzionali, agli amministratori di porsi al servizio della gente, soprattutto di coloro che soffrono” e ricorda con orgoglio che Vibo Valentia è stata la prima Provincia italiana ad istituire una delega alla Solidarietà, di cui è titolare l’Assessore Lidio Vallone. Il Presidente si sofferma sulla Devolution in atto in Italia e afferma che in campo sanitario, l’indebolimento del principio di sussidiarietà, renderà i ricchi sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri. Il presidente ha poi dichiarato che la Provincia sosterrà con tutte le sue forze l’iniziativa e lavorerà perché questo grande sogno di avere sul nostro territorio un centro di accoglienza e cura per queste gravi malattie diventi un giorno realtà.

Il dott. Lidio Vallone, socio dell’Associazione, partendo da un esperienza personale di dolore, afferma che solo dalla sofferenza può nascere l’impegno  a favore dei sofferenti e dei deboli, ed è proprio questo che dà senso alla gestione della delega alla Solidarietà, attraverso la quale si intende completare l’aiuto offerto dai Servizi sociali per una totale integrazione del malato o del diversamente abile nel tessuto sociale, con la promozione della sua scolarizzazione, con il sostegno per l’ingresso nel mercato del lavoro, insomma promuovere tutto ciò che è necessario per rendere normale un’esistenza difficile. Vallone ricorda le mille difficoltà che incontrano i malati del nostro territorio, emblematico è il caso della risonanza magnetica del tutto inesistente nelle strutture vibonesi. L’Assessore Vallone sottolinea il fatto che attraverso l’impegno nell’Associazione “Francesco Pugliesi” la politica può diventare momento di partecipazione ai disagi dei malati.

Infine il Sindaco ha confermato l’impegno del Comune a offrire i locali per avviare il servizio dello sportello sanitario dell’Associazione e ha sottolineato che l’ente Comunale sarà sempre vicino, con le sue forze e le sue possibilità, a iniziative che in un modo o nell’altro sostengono i cittadini, soprattutto nei momenti difficili e lavorino per il miglioramento del territorio. Il Sindaco ha inoltre denunciato la presenza della discarica di Badia-Falcone, che causa grossi danni all’ambiente  e alla salute dei cittadini e si augura che la vicenda possa concludersi con la definitiva chiusura della discarica.

Al convegno hanno partecipato tutti i medici di base di Cessaniti e Briatico, la dott.ssa Antonella Ascoli, socio dell’Associazione, dirigente dell’ASL n° 8 di Vibo Valentia.

Trasferimento nella nuova sede

Il nostro vecchio locale sta diventando troppo piccolo per tutte le attività svolte da Associazione Francesco Pugliesi Onlus, perciò fra poco ci trasferiremo nella nuova sede di cessaniti. E ciò grazie alle numerose offerte di soci e non soci che ringraziamo di cuore.

Vuoi diventare socio?               Hai domande o Richietse?

Se avete domande o richieste contattateci direttamente al numero

 

0963 501556

  • Lunedi     dalle ore 17:00 alle ore 19:00
  • Martedi, Mercoledi, Giovedi e Venerdi   dalle ore 16:30 alle  ore 18:30

 

 

oppure compilate il modulo online.

Novità

SETTEMBRE 2018 INIZIO LAVORI AGGIUNTE FOTO SEZIONE COSTRUZIONE CASA ACCOGLIENZA

Pulmino trasporto disabili

 

 

 

 

L'associazione Francesco Pugliesi Onlus mette a disposizione  dellle persone disabili che non sono in grado di servirsi dei mezzi pubblici un Pulmino attrezzato.

Per info contattaci

I nostri soci

Ci sono sempre nuovi soci che si uniscono a Associazione Francesco Pugliesi Onlus!

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Associazionene Francesco Pugliesi Onlus Partita IVA:96017710797